I grigi

Salvatore D'angelo 17 giugno, 2006 1

Se io vi chiedessi di mischiare due o tre colori per realizzare un grigio, che colori pensereste di utilizzare?

Il principiante direbbe sicuramente bianco e nero.

Molti artisti sconsigliano di utilizzare il bianco e nero per ottenere un grigio. Il problema con questa mistione non è dato dal fatto che il colore sia grigio o no, il problema è che esso difficilmente si armonizzerebbe con gli altri colori del dipinto. Helen Van Wyk, ad esempio, utilizza il bianco e nero acrilico come studio tonale del dipinto. Lascia asciugare e poi ci dipinge sopra. Ma difficilmente utilizzerebbe la mistione citata sopra nella fase di colorazione.

Mescolando un rosso e verde si ottiene un bel colore neutro grigiastro molto più duttile e ricco di colore. Tipicamente la mistione di un secondario e primario gode di queste caratteristiche. Con più rosso si ha un grigio rossastro, mentre con più verde un grigio verdastro.

Stessa cosa vale per blu-arancio e giallo-viola.

Coloristi pignoli con Don Jusko potrebbero obiettare dicendo che esistono pigmenti rossi che mischiati a pigmenti verdi danno un marrone più che un grigio. Ciò è vero ma per ora prendiamo per buona questa mia affermazione iniziale e se vi capita provate a mischiare vari pigmenti primari con i rispettivi complementari (che sono anche i secondari) e viceversa e osservate cosa accade.

One thought on “I grigi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *